Alfredo Castelli

Alfredo CastelliAlfredo Castelli (Milano, 26/06/1947) è uno dei più importanti autori e studiosi del fumetto in Italia. Nel 1965 inizia a collaborare con gli editori di "Kolosso", e a disegnare le avventure di "Scheletrino", personaggio di appendice a Diabolik.
Nel 1966 inaugura quella che viene ritenuta la prima fanzine italiana, "Comics Club 104". Nel 1967 lavora su vari personaggi per la casa editrice Universo, tra cui lo storico "Pedrito El Drito"; collabora inoltre con "Cucciolo" e "Tiramolla" (Edizioni Alpe) e "Topolino" (Mondadori). Negli anni seguenti si occupa di TV, scrivendo numerosi caroselli, e la sceneggiatura per la serie televisiva "Cappuccetto a Pois" (insieme a Maria Perego) e del film "Il Tunnel Sotto il Mondo". Nel 1969 con Mario Gomboli, Marco Baratelli e Carlo Peroni, crea il periodico umoristico "Tilt"; nel 1970, insieme a Pier Carpi, fonda la rivista "Horror", su cui compare la striscia "Zio Boris". Diventa poi redattore-tuttofare del "Corriere dei Ragazzi", per il quale crea "L'Ombra" (disegnata da Cubbino), "Gli Aristocratici" (con Tacconi), "L'Omino Bufo" (disegnato da lui stesso), "Otto Kruntz" (disegni di Fagarazzi) e, negli anni successivi, "Mister Charade", "Gli Astrostoppisti" e "Chico & Blasco". Nel frattempo lavora sul mercato estero con la rivista tedesca "Zack" e quelle francesi "Pif" e "Scoop". Nel 1978, sul settimanale "Supergulp", compare "Alla Quatermain", che sarà la base su cui nascerà nel 1982 "Martin Mystere", il personaggio da lui creato per Sergio Bonelli Editore, reso graficamente da Gianfranco Alessandrino e ancora in corso di pubblicazione. Per l'editore milanese scrive anche "Dylan Dog", "Zagor" e "Mister No", oltre ai volumi "L'Uomo delle Nevi", con i disegni di Milo Manara, e "L'Uomo di Chicago", con Alessandrini. Nel 1983 rifonda, con Silver, la rivista "Eureka" (Corno editoriale). Nel 2000, ancora per Bonelli, torna sui testi di una storia di "Pedrito El Drito", disegnata da Antonio Terenghi. Alla sua prolificissima carriera da sceneggiatore, si accompagna quella da studioso del fumetto storico. Tra le opere in questo senso si segnala il saggio "Aspettando Yellow Kid - Il fumetto prima dell’industria del Fumetto" e "Eccoci ancora qui!".

Storia:Non mi sono preparato!
> Leggila
> Scaricala in pdf

Per saperne di più su questo autore
> vai al suo sito personale
> vai al suo blog
> vai al sito della sua casa editrice