Casalecchio di Reno (BO) - ottobre 2006

Autori partecipanti:
Fabiano Ambu
Francesco Catani
Anna Ciammitti
Alberto Corradi
Francesca Da Sacco
Michela Da Sacco
Davide La Rosa
Samantha Luciani
Francesco Matteuzzi
Emiliano Mattioli
Mabel Morri
Gabriele Naldi
Paolo Parisi
Rosa Puglisi
Emanuele Rosso
Luca Speroni

Organizzato in collaborazione con i ragazzi del programma radiofonico Garage Ermetico, su Radio Città Fujiko di Bologna, con Casacomix e con il patrocinio del Comune di Casalecchio di Reno, l'evento si è svolto nella Casa delle Conoscenza, dalle 14 del 7 fino alle 14 dell'8 ottobre 2006, e ha visto un'ampia partecipazione al femminile: personaggi noti e già affermati al fianco di giovani emergenti e talentuosi, per un totale di 16 autori coinvolti, di cui ben 6 donne. Andrea Plazzi, presente in diverse fasi della maratona, ha segnalato l'evento su Radio Città Fujiko, durante un paio di collegamenti in diretta.

Lo spazio concesso al 24hic Day è stato ampio e quasi sempre aperto al pubblico. Ogni partecipante ha diviso il tavolo di lavoro con altri due o tre, motivo per cui si sono formati dei gruppi misti ed eterogenei. Eppure, rileggendo le storie e ripensando a come ognuno si è scelto i propri vicini (in modo quasi del tutto casuale), sembra che le storie che stavano per essere scritte abbiano scelto di stare vicine a quelle più simili a loro, per sensibilità o per tematica.

Luca Speroni, Davide La Rosa ed Emiliano Mattioli (gli ultimi due al loro secondo 24hic, dopo l'evento di Padova, organizzato da Radio Sherwood), nello stesso tavolo, hanno disegnato 3 storie basate su una totale improvvisazione e accomunate da un modo di raccontare ad episodi o sketch, pescando a piene mani dalla cultura popolare. Questi 3 autori sono stati tra i primi a terminare (Mattioli è stato il primo in assoluto, per questa edizione) eppure si sono fermati fino alla fine della maratona, trascorrendo il tempo un po' su internet, un po' a sostenere gli altri, un po' in uno stato di trance comatoso e di dormiveglia.

Nel tavolo vicino, le storie di Fabiano Ambu, Francesca e Michela Da Sacco e Rosa Puglisi descrivono una dimensione surreale e fantastica, oppure un distacco dalla realtà, spesso doloroso.

Più in là, nel tavolo più assorto e silenzioso, le tavole di Anna Ciammitti, Mabel Morri e Samantha Luciani raccontano storie tutte al femminile, basate su esperienze autobiografiche (nel caso di Morri) o più psicologiche (per Ciammitti e Luciani).

Paolo Parisi, Francesco Catani ed Emanuele Rosso, in un tavolo occupato da fogli, matite e lattine di birra vuote, hanno disegnato 3 fumetti in cui i protagonisti maschili si mettono a confronto con situazioni buffe e grottesche, nel caso di Rosso, oppure più sospese ed intimiste, per Parisi e Catani.

Infine, nel tavolo più eterogeneo e stracolmo di strumenti di lavoro, Naldi, Corradi e Matteuzzi hanno condiviso le 24 ore, vivendole in modo completamente diverso. Gabriele Naldi non si è visto fino a sera (manca anche dalla foto di gruppo), perché ha ambientato la sua storia nell'edificio che ci stava ospitando e ha gironzolato finché non ha avuto un'idea precisa di com'era fatto il luogo. Corradi, invece, in una storia di 12 pagine fatta di disegni e ritagli, racconta di un uomo che incontra il demone della sua anima. Matteuzzi, infine, si è fatto disegnare una parte della sua prima tavola da Alessandro Poli, per il resto è rimasto a guardare fino a un'ora molto tarda della notte, finché non ha iniziato a raccogliere le tavole scartate di alcuni autori, ricucendole in una storia che contiene frammenti di quelle prodotte dagli altri, in un puzzle buffo e demenziale, pseudo-cronaca delle sue personalissime 24 ore.
Naldi e Corradi, sopraffatti dal ritardo e dalla stanchezza, hanno consegnato le loro tavole terminandole da casa, appellandosi alla variante Eastman del "gioco".

Durante la maratona, intervallata da bevute e rinfreschi organizzati dai ragazzi di Garage Ermetico, il clima si è trasformato più volte: all'inizio relax e concentrazione, spesso interrotti da momenti di confronto; stanchezza, silenzio assorto e trance durante la notte. Le ultime ore si sono consumate in un'atmosfera caotica e surreale, in cui la maggior parte dei partecipanti, con gli occhi gonfi di sonno e birra, ha voluto fermarsi fino alla consegna dell'ultimo autore, per poter leggere tutte le storie prodotte durante l'evento. In puro stile 24hic.

Link utili:
Il sito di Radio Città Fujiko
Il sito di Garage Ermetico
Il sito di Casacomix
Il sito del Comune di Casalecchio di Reno