Sarzana (SP) - ottobre 2008

Autori partecipanti:
Paolo Cossi
Gianluca Maconi
Maria Concetta Torre
Samuel Daveti e Nicola Saviori (AKA "Double")
Giorgio Trinchero e Francesco Rossi (AKA "Shot")
Phab (Fabio Postini) dello 'Studio 2031'
Andrea Bacchione
Stefano Bonvini
Eugenio Del Nobile
Giorgio Ferrari
Riccardo Fiorini di 'Factor M'
Brunilde Galeotti
Eleonora Giannoni dello 'Studio 2031'
Filippo Paganini dello 'Studio 2031'
Filippo Silvi
Simone Venturini
Francesco Bianco


Questa è la lista ufficiale degli autori presenti al 24hic del 2008, alla quale la fumetteria Comic House partecipa per la prima volta.
Abbiamo organizzato questa 24hic assieme al Comune di Sarzana, che ci ha dato il patrocinio, organizzato una conferenza-stampa e prestato le brande per la notte; e alla Biblioteca Civica, che ha messo a disposizione i locali e il personale.
Rispetto alla vigilia, perdiamo per strada un paio di partecipanti: non sono della partita infatti, causa raffreddamenti vari, Alessio Ravazzani e Sara Tirabassi… sarà per il prossimo anno!
Partiamo in leggero ritardo rispetto alle 14.00 previste, ci vuole un po’ di tempo per radunare tutti, fare le foto di gruppo e firmare i 2 striscioni che abbiamo realizzato (uno resterà a noi, uno alla Biblioteca per ricordo).
Pronti-via, con la Biblioteca ancora chiusa al pubblico, e i nostri “maratoneti” che prendono posizione e iniziano a disegnare. L’atmosfera è ancora tiepida, molti dei partecipanti non si conoscono, ma piano piano ci si scioglie e si inizia a chiacchierare.
Alle 16.00, pausa generale: scendiamo tutti al pianterreno, dove ci attende l’Assessore alla Cultura del comune di Sarzana, Stefano Milano, che procede al “taglio” simbolico di uno dei 2 striscioni, decretando di fatto l’apertura ufficiale al pubblico.
E di pubblico ne viene davvero tanto, tra amici dei partecipanti, qualche parente in visita, moltissimi curiosi e qualche giornalista (la 24hic è stata trattata più che egregiamente dalla stampa locale, che ci ha dedicato, tra Nazione e Secolo XIX, ben 6 articoli in 4 giorni).
I partecipanti sono attrezzati fino ai denti, con matite, chine, colori, acquerelli, computer portatili, e addirittura damigiane di vino rosso!
Dopo le difficoltà iniziali, man mano che familiarizziamo con il blog e con Twitter, ci divertiamo sempre più ad aggiornare il sito ufficiale con foto e racconti della giornata, che nel frattempo volge verso l’ora di cena, e gli stessi partecipanti si divertono a seguire l’andamento della 24hic dalle altre sedi.
Alle 19.30 chiudiamo i battenti al pubblico (anche se, complice la terrazza della Biblioteca, che si collega alla strada tramite una scala di sicurezza, avremo gente attorno alla sede del 24hic fino a tarda notte), e partiamo con una leggera cenetta a base di pizza e farinata (meglio nota come cecina, ma da noi si chiama così!). Si procede, senza defezioni né tentennamenti, quando alle 23 circa, arriva la notizia che, a Sesso (RE), il primo concorrente ha finito le sue 24 tavole! La notizia, data in diretta ai partecipanti, scuote gli animi, e partono attimi di goliardia fotografica, che culminano nella “Battaglia con una mano sola”, foto di gruppo per soli maschietti… ehm…
Ridendo e scherzando, ci accorgiamo che sono già le 2.00, e via con il brindisi di metà percorso (alla faccia della damigiana di Cossi!!!).
La notte trascorre tra sclerate di gruppo (da ricordare verso le sei del mattino Phab ed Eleonora Giannoni che non smettono di ridere per una buona mezzora, insinuando anche qualche dubbio sulla salute mentale residua…) e attimi di smarrimento, per cui qualcuno dei partecipanti decide di ricorrere alla zona-notte (allestita al piano superiore della Biblioteca, con le brandine prestateci dal Comune). Un paio li perdiamo, proprio fisicamente, verso le 3 e mezza, e ricompaiono alle 9 del mattino: sono passati da casa per sciacquarsi e lavarsi i denti, poi hanno visto il divano, e… Dopo una notte abbastanza piovigginosa e fresca, l’alba scopre un giorno nuvoloso ma asciutto, e pian piano, dopo un paio di ‘rotazioni’ ciascuno alla macchina del caffè, il lavoro procede. Alle 9.00 del mattino nessuno ha ancora materialmente portato a termine le 24 agognate tavole, ma sono in parecchi quelli che, a 5 ore dalla fine, hanno buone possibilità.
Qualche amico e parente, nella seconda ‘finestra’ di apertura che abbiamo riservato al pubblico (9.30-12.30 della domenica mattina), viene a sincerarsi delle condizioni dei maratoneti, portando sporadici generi di conforto.
Verso le 12-13, giro di panini (anche se qualcuno, dopo una nottata di caffè e merendine per vincere il sonno e la fame, non se la sente di partecipare al pranzo), e via per la volata finale!
L’impegno, da parte dei nostri maratoneti, non è mai venuto meno, nel corso di tutte le 24 ore e questa è una cosa che ci riempie di soddisfazione: nessuno dei 17 partecipanti (19, in realtà, contando i 2 gruppi “Double” e “Shot”) abbandona il 24hic e quasi tutti (12 su 17) terminano la loro storia.
Maria Concetta Torre, con la sua ‘Notte di Carnevale’, è la prima, verso le 12.00, a terminare la 24hic sarzanese. La seguono Riccardo Fiorini (‘Buone Mani’), Brunilde Galeotti (‘Cena’), Filippo Paganini (‘Rise of the Open Source’), il gruppo Double con Samuel Daveti e Nicola Saviori (‘Il Sapore della Pasta’), il gruppo Shot con Giorgio Trinchero e Francesco Rossi (‘Cosa non è sta Vita’), Paolo Cossi (‘Pablo’), Gianluca Maconi (‘Piccolo Avatar e la Salvezza del Mondo’), Giorgio Ferrari (‘Svarioni’), Eugenio Del Nobile (‘Temporeggiamento’), Eleonora Giannoni (‘Senza Titolo’) e Phab (‘È un po’ Dura da Spiegare’).
Non arrivano al traguardo delle 24 tavole (ma a quello delle 24 ore sì) Stefano Bonvini (‘Days’), Filippo Silvi (‘Arms’), Francesco Bianco (‘Poppe e Culi’), Simone Venturini (‘Il Giretto’) e Andrea Bacchione (‘Si Narra in Westfalia di un Uomo-Mosh dai Poteri Straordinari’).
Le 24 ore si concludono, dopo aver ricondotto la Biblioteca Civica ad una situazione di normalità (un grazie di cuore a tutto il personale che si è dato il cambio nell’arco della 24hic per assistere noi e i maratoneti), con tanto sonno, tanta stanchezza, ma anche con la felicità di aver portato a termine quella che sembrava un’impresa ben più dura, con la sensazione di esserci divertiti e di aver fatto tutto nel migliore dei modi, e con la certezza (lo diciamo fin da ora) che Sarzana parteciperà anche all’edizione del 2009!!! E in attesa del nuovo anno e di una nuova 24hic, a seguente link trovate un po’ di foto per rivivere assieme a noi questa fantastica avventura:

http://www.comichouse.it/gallery/thumbnails.php?album=30

Daniele